Blog

L’Appello Vola

L’appello a votare No al prossimo referendum del 20/21 settembre sul taglio dei parlamentari, aperto da Rosy Bindi e sottoscritto inizialmente da oltre 100 firme

Gli interventi di Rosy Bindi

Si rischia un parlamento in mano a pochi Rosy Bindi, intervista di Andrea Carugati, il Manifesto, 19 settembre «Il mio No al referendum non è

Gli interventi di Pietro Grasso

Non voglio firmare cambiali in bianco per questo voto no, sincero e convinto, esattamente come il mio sostegno al governo Conte. Il punto è che non si modifica la Costituzione solo per dire che abbiamo combattuto la “casta”. La Costituzione ha un sistema di pesi e contrappesi, non si può pensare solo al costo della politica. Questo taglio risponde solo a pulsioni anti-parlamentari e l’antipolitica a me non è mai piaciuta.

Voto convintamente NO

di Susanna Camusso Una convinzione maturata soprattutto per due ragioni, a mio avviso fondamentali: da un lato la gerarchia delle fonti e dall’altro la convinzione

Gli interventi di Rossella Muroni

Voto No per non essere complice di questo scempio. Mi sembra che il taglio dei parlamentari suoni come un’enorme ammissione di colpa: noi deputati dichiariamo che sì, il nostro lavoro non serve e sarebbe meglio fossimo meno. Non siamo contro Conte, siamo a favore della Costituzione, che è un’opera d’arte della politica.

I grillini non credono nella Costituzione

Pierluigi Castagnetti La posta politica è un peggioramento del funzionamento delle nostre istituzioni. Non drammatizzo, non dico che c’è il rischio di una involuzione autocratica,

Gli interventi di Giorgio Merlo

Tra i tanti elementi che sono emersi in questo singolare e strano dibattito referendario non possiamo non citare la riemersione culturale, politica, programmatica e forse anche etica del cattolicesimo democratico. Una riemersione che ha assunto anche una valenza protagonistica nazionale se pensiamo al fatto che quasi tutti gli esponenti di rilievo nazionale e locale hanno individuato nel No al taglio dei parlamentari una delle ragioni che storicamente hanno contraddistinto questo storico e anche glorioso filone ideale nelle vicende politiche del nostro paese.

Il quesito implicito

di Matteo Cosulich, professore di Diritto costituzionale, Università di Trento Sappiamo da tempo che nei referedum accanto al quesito esplicito c’è sempre un quesito implicito:

Così, No.

di Alberto Mattioli Così, No. La Democrazia è un bene prezioso e delicato, ci assicura libertà e diritti. È una architettura complessa fatta di fondamenta,

Vademecum per il Referendum

di Daniela Mazzuconi Le riforme istituzionali e il referendum. Negli ultimi anni è stato un continuo riproporsi di riforme istituzionali, che riguardano cioè l’assetto, le

Il documento dei Cristiano Sociali

Il 20/21 settembre si svolgerà il referendum sul taglio dei parlamentari.  Il referendum chiederà al popolo italiano di ‘tagliare’ la rappresentanza dei parlamentari portandola dagli

A rimetterci saranno le minoranze

di Sandra Gesualdi Un Parlamento rimpicciolito risulterà non soltanto più inefficiente, ma anche meno rappresentativo, soprattutto delle aree periferiche e meno popolate del Paese. E

Risultato contrario a quello dichiarato

di Emanuele Moggia, sindaco di Monterosso al Mare  «L’articolo 67 della costituzione afferma che ogni membro del parlamento rappresenta la nazione e quindi, per estensione,

Perché NO

di Enrico Farinone Ho sempre detto, quando ero in Parlamento, che il bicameralismo perfetto non funzionava più e che 945 parlamentari mi parevano – visto

I tre motivi perché voto NO

di Massimo Siclari https://www.huffingtonpost.it/entry/taglio-parlamentari-accolgo-lappello-i-tre-motivi-perche-voto-no_it_5f3156f6c5b6e96a22b59603